Home

Piazza-del-Quirinale-Roma-ImageConsuetudine vuole che ogni nome pronunciato prima delle votazioni in occasione della elezione per il nuovo presidente della repubblica sia nome spacciato, bruciato. Non solo se a pronunciarlo sono i politici, che li usano come quei personaggi di Indovina chi?, nomi da dare in pasto all’avversario, per poi scoprire che quello su cui si puntava era quello taciuto, nascosto; ma anche se i quirinabili sono immaginati dall’italiano medio. Ci han detto Prodi, Marini, Rodotà, Amato, Letta: mettiamoci in testa che non li vedremo mai al Quirinale. Noi cianciamo dicendo Gabanelli, Dario Fo, Berlusconi, Bersani, D’Alema: nemmeno tra di loro c’è il prossimo presidente della repubblica. Chi sussurra il nome della Bonino, della Severino, della Cancellieri, di Anna Finocchiaro: manda queste donne al macero. Ah, possiamo star qui a dire tutti quelli che ci vengono in mente, Grasso, Caselli, Imposimato, la Mussolini, Gino Strada, Alì Baba e i quaranta ladroni, Rosy Mauro, Guzzanti, Stefania Craxi…

L’unico a essere scelto sarà quello che non nominiamo.

Anche se, per quello che mi riguarda, consento ad affermare che i miei sono solo scongiuri.

F.A. scrisse

Lascia un commento

Inserisci i tuoi dati qui sotto o clicca su un'icona per effettuare l'accesso:

Logo WordPress.com

Stai commentando usando il tuo account WordPress.com. Chiudi sessione / Modifica )

Foto Twitter

Stai commentando usando il tuo account Twitter. Chiudi sessione / Modifica )

Foto di Facebook

Stai commentando usando il tuo account Facebook. Chiudi sessione / Modifica )

Google+ photo

Stai commentando usando il tuo account Google+. Chiudi sessione / Modifica )

Connessione a %s...