Home

Cronaca ordinaria di una vita di miseria in un quartiere marcio.

Rimsha aveva messo a bollire l’acqua per il tè. Poiché non hanno accesso al gas, gli abitanti di Meherabadi per accendere il fuoco raccolgono delle foglie, dei pezzi di corteccia, dei fogli di carta, per alimentare il fuoco… Dentro un sacco di plastica appeso fuori, la giovane cristiana ha trovato delle pagine scritte in arabo. Non sapendo né leggere né scrivere non ha pensato nemmeno per un secondo che si trattava del Libro Sacro. Un vicino l’ha subito denunciata. Nessuno sa come quel sacco fosse finito lì. Rimsha ha 11 o 16 anni, e pare che sia affetta dalla sindrome di down. I suoi genitori, per paura di essere trucidati, l’hanno lasciata sola non appena la ragazza è stata messa in carcere per blasfemia.

Sabato 8 settembre 2012, in diretta dal Medioevo.

Lascia un commento

Inserisci i tuoi dati qui sotto o clicca su un'icona per effettuare l'accesso:

Logo WordPress.com

Stai commentando usando il tuo account WordPress.com. Chiudi sessione / Modifica )

Foto Twitter

Stai commentando usando il tuo account Twitter. Chiudi sessione / Modifica )

Foto di Facebook

Stai commentando usando il tuo account Facebook. Chiudi sessione / Modifica )

Google+ photo

Stai commentando usando il tuo account Google+. Chiudi sessione / Modifica )

Connessione a %s...