Home

Ecco quello che scrisse Arnold Hauser a proposito di Rimbaud:

… Né Baudelaire, né Cechov, né gli altri sospettano quale inferno potesse diventare la vita per un uomo come Rimbaud. La civiltà occidentale doveva giungere alla crisi odierna, perché noi potessimo capire una vita simile. Un nevrastenico, un buono a nulla, un perdigiorno, un uomo perverso, pericoloso, che errando di paese in paese, si fa maestro di lingua, merciaio ambulante, s’impiega in un circo, fa lo scaricatore, il bracciante, il marinaio, il volontario nell’esercito olandese, il meccanico, l’esploratore, il mercante di coloniali, e chissà cosa ancora; si prende un’infezione chissà dove in Africa, deve farsi amputare una gamba in un ospedale di Marsiglia, per morire a trentasette anni, membro a membro, fra i più atroci tormenti; un genio che scrive a diciassette anni versi immortali, a diciannove abbandona del tutto la poesia e non parlerà mai più di letteratura per tutto il resto della sua vita; un delinquente verso gli altri e verso se stesso, che fa getto dei suoi più preziosi tesori, dimentica e nega assolutamente di averli mai posseduti; uno dei precursori, e come molti sostengono, il vero fondatore della poesia moderna che, quando la notizia della sua gloria lo raggiunge in Africa, non vuol saperne e non ha altro da dire che merde pour la poésie; si può immaginare nulla di più sinistro, di più contrario all’idea di un poeta? Tristan Corbière non ha forse ragione quando dice: «I suoi versi erano di un altro, egli non li ha letti»? Non è questo il più tremendo nichilismo, l’estrema negazione di sé? Ed è questo che si raccoglie da quel che hanno seminato Flaubert, il buon borghese onesto e scrupoloso, e i suoi amici raffinati, colti, sensibili all’arte.

5 thoughts on “Rimbaud, il peccatore massimo

  1. Rimbaud stesso arriva a dire cla famosa frase:” Questo io è un altro” ,perchè fondamentalmente è un disadattato,non riesce mai a trovare una collocazione all’interno della società come uomo e ancora meno come poeta. In questo a mio parere cerca di distorcere la realtà per cercarci di entrare meglio in un sistema più grande che poi rifiuterà.

Lascia un commento

Inserisci i tuoi dati qui sotto o clicca su un'icona per effettuare l'accesso:

Logo WordPress.com

Stai commentando usando il tuo account WordPress.com. Chiudi sessione / Modifica )

Foto Twitter

Stai commentando usando il tuo account Twitter. Chiudi sessione / Modifica )

Foto di Facebook

Stai commentando usando il tuo account Facebook. Chiudi sessione / Modifica )

Google+ photo

Stai commentando usando il tuo account Google+. Chiudi sessione / Modifica )

Connessione a %s...