Home

L’Italia crolla, tutto l’Appennino si agita di cataclismi, il sisma flagella l’Emilia e la Romagna, si sente fino a Lecco e a Udine, si disfano in polvere palazzi e chiese di ottocento anni, gli operai muoiono, le donne muoiono, i tecnici rifanno somme e sottrazioni col pallottoliere doppio, perché questa proprio non era messa nel conto. E il venturo 2 Giugno la Repubblica verrà celebrata con una sontuosa parata militare. Caso mai il re tornasse, per mettergli paura, si capisce neh.

Che dire? Non possiamo proprio fare a meno delle marcette. Né delle marchette.

F.A. scrisse

Lascia un commento

Inserisci i tuoi dati qui sotto o clicca su un'icona per effettuare l'accesso:

Logo WordPress.com

Stai commentando usando il tuo account WordPress.com. Chiudi sessione / Modifica )

Foto Twitter

Stai commentando usando il tuo account Twitter. Chiudi sessione / Modifica )

Foto di Facebook

Stai commentando usando il tuo account Facebook. Chiudi sessione / Modifica )

Google+ photo

Stai commentando usando il tuo account Google+. Chiudi sessione / Modifica )

Connessione a %s...