Home

Ferrandelli, l’uomo dalla pelle troppo rosea e dagli occhi fermamente incollati alla telecamera, in una delle prime interviste dopo il primo turno aveva brillantemente detto: i palermitani dovranno scegliere tra la monarchia e la democrazia. Furbo, davvero! Monarchia, monarchia! Che domande! Vogliamo la monarchia, fastosa e straordinaria del nostro Re Sole, e gli diamo il 70% dei voti, come a un colonnello arabo, e se domani dovessimo scegliere tra la parrucca incipriata e il tricolore come attributo del sempiterno sindaco, preferiremmo la parrucca! 

Detto questo, è davvero divertente vedere quello che fanno e dicono i miei concittadini. Persone che fino a ieri si candidavano con partiti di destra al Consiglio o alle circoscrizioni applaudire a Orlando, alle 15.01 (ora della fine delle votazioni); giovani vecchi del PDL che non hanno mai fatto un cazzo dal giorno in cui sono stati creati da Dell’Utri che si ritirano sull’Aventino; Ferrandelli-boys che ripescano vecchi video di quando il loro democratico sovrano tuonava in Consiglio contro gli inciuci, lui che è asceso alle primarie grazie agli inciuci; gente che va a svegliare i cadaveri di sotterra per dire a Orlando: tuo padre era un mafioso! La Repubblica di Palermo che si sveglia all’opposizione, ancora e per sempre (beh, questo è un bene); Il Giornale di Sicilia che passa all’opposizione (finalmente!)…

Quello che mi provoca una vellicazione allo stomaco, violenta, è la posizione dei filo-grillini, dei grillini e di tutte le stelle del firmamento. Ci si chiede: mah, com’è che al Nord vincono e al Sud no? Eh, da noi c’è il clientelismo, siamo barbari, non capiamo mai niente e blablabla. No, forse non l’avete capito ancora: le 5 Stelle sono la neo-lega, la neo-forza Italia. Da qualche parte a Nord (Parma, feudo di destra) si sono riciclati tranquillamente, e ne vedremo delle belle. E quelli di qui? Ci han provato anche qui, facendo l’occhiolino alla mafia che non ammazza a nessuno; e anche loro, migliori degli altri, mandavano sms e messaggi su FB di propaganda durante le votazioni; e uno dei fondatori del Movimento di Palermo è un autentico gattopardo, che lavora per Futuro e Libertà e tiene a re Umberto di Savoia sulla scrivania! Sì, che tutto cambi perché nente cambi! Grazie tante, stavolta no! Stavolta facciamo al contrario: niente cambia (Orlando forever) e vedremo che qualcosa cambierà. Almeno, questo è il mio augurio all’amatodiato sindaco Orlando.

Francesco Affronti

Lascia un commento

Inserisci i tuoi dati qui sotto o clicca su un'icona per effettuare l'accesso:

Logo WordPress.com

Stai commentando usando il tuo account WordPress.com. Chiudi sessione / Modifica )

Foto Twitter

Stai commentando usando il tuo account Twitter. Chiudi sessione / Modifica )

Foto di Facebook

Stai commentando usando il tuo account Facebook. Chiudi sessione / Modifica )

Google+ photo

Stai commentando usando il tuo account Google+. Chiudi sessione / Modifica )

Connessione a %s...