Home

Il silenzio di cui parlavo era un modo di dire. In realtà, del rispetto delle regole elettorali, che impone di smettere di fare propaganda durante le votazioni, se ne sbatte chiunque. Passino i sediziosi che stanno a convincere la gente, per strada, fuori dalle scuole, a votare Tizio. Abito in un quartiere popolare, e fin dalle otto del mattino dalla mia finestra mi aspetto di vedere gente che offra da bere o da mangiare all’elettore di turno, visto che le parole e le minacce tutto sommato sono poca roba. Tanto è vero che le forze dell’ordine si grattano la pancia senza intervenire. Ma non mi sarei messo a scrivere per così poco se questa mattina, giorno 06-05-2012, alle ore 10:33:14 non avessi ricevuto il seguente sms, che farebbe fremere d’orrore le macerate ossa del mio glorioso nonno se sapesse da chi l’ho ricevuto:

Un ultimo grande sforzo per vincere insieme! E’ una giornata importante e sono fiducioso che nella SCHEDA GRIGIA  della tua sezione trovero’ il frutto del tuo affettuoso supporto: segna il simbolo BENITOMUSSO Ricino e Alala’ e scrivi MAZZANTI, sindaco COCORICO’! Grazie di cuore! Carlo Alberto de Monfalcone in Calboni Mazzanti Vien dal Mare

In questi casi invocare il dio perché faccia loro cadere la lingua non servirebbe, visto che gli basta saper sbattere le dita su una tastiera. Che si prendano questa città in fretta, e tornino a lasciarci in pace! p.s. Ma la differenza tra apostrofi e accenti è diventata un raffinato optional?

Francesco Affronti

Lascia un commento

Inserisci i tuoi dati qui sotto o clicca su un'icona per effettuare l'accesso:

Logo WordPress.com

Stai commentando usando il tuo account WordPress.com. Chiudi sessione / Modifica )

Foto Twitter

Stai commentando usando il tuo account Twitter. Chiudi sessione / Modifica )

Foto di Facebook

Stai commentando usando il tuo account Facebook. Chiudi sessione / Modifica )

Google+ photo

Stai commentando usando il tuo account Google+. Chiudi sessione / Modifica )

Connessione a %s...