Home

Per farla breve, anche Bellosguardo aveva ricevuta la mail. Era stato il solo destinatario della mail-madre, la prima. E lui l’aveva diffusa come una peste. Chi gliel’aveva mandata sapeva che il ragazzo voleva vendicarsi della Bakker per il brutto voto. E gliel’aveva mandata con il preciso scopo di non scoprirsi: era infatti un indirizzo di mail temporanea, di quelli che si dissolvono dopo qualche ora, e che si usano per restare anonimi. Agnese ne fu delusa: Erick era una pedina, solo una pedina! Altro che l’affascinante adolescente bello e maledetto che aveva creduto! Lo guardò con occhi diversi. Fino a qualche minuto prima ne subiva il fascino inspiegabile, ora gli appariva solo piccolo e un po’ isterico. Lo stesso Bellosguardo percepì di essere stato usato: e non ci aveva mai riflettuto. Allora pensava solo che aveva un’arma contro la troia, adesso tutte le furie gli si sgonfiarono. Miles invece sembrava un cavallo che sta per iniziare una grande cavalcata. Gli occhi gli si intorbidirono, e dentro di sé stava per emergere con fatica un’idea geniale, o una stupidaggine colossale.

___________________________________________________________________

romanzo sul blog è un’opera di Francesco Affronti – immagini di Giulia Venegoni.

Qui la scorsa puntata.

Lascia un commento

Inserisci i tuoi dati qui sotto o clicca su un'icona per effettuare l'accesso:

Logo WordPress.com

Stai commentando usando il tuo account WordPress.com. Chiudi sessione / Modifica )

Foto Twitter

Stai commentando usando il tuo account Twitter. Chiudi sessione / Modifica )

Foto di Facebook

Stai commentando usando il tuo account Facebook. Chiudi sessione / Modifica )

Google+ photo

Stai commentando usando il tuo account Google+. Chiudi sessione / Modifica )

Connessione a %s...