Home

Dice il vangelo di Giovanni che:

Ci fu uno sposalizio a Cana di Galilea e c’era la madre di Gesù. Fu invitato alle nozze anche Gesù con i suoi discepoli. Nel frattempo, venuto a mancare il vino, la madre di Gesù gli disse: “Non hanno più vino”. E Gesù rispose: “Che ho da fare con te, o donna? Non è ancora giunta la mia ora”. La madre dice ai servi: “Fate quello che vi dirà”. Vi erano là sei giare di pietra per la purificazione dei Giudei, contenenti ciascuna due o tre barili. E Gesù disse loro: “Riempite d’acqua le giare”; e le riempirono fino all’orlo. Disse loro di nuovo: “Ora attingete e portatene al maestro di tavola”. Ed essi gliene portarono. E come ebbe assaggiato l’acqua diventata vino, il maestro di tavola, che non sapeva di dove venisse (ma lo sapevano i servi che avevano attinto l’acqua), chiamò lo sposo e gli disse: “Tutti servono da principio il vino buono e, quando sono un po’ brilli, quello meno buono; tu invece hai conservato fino ad ora il vino buono”. Così Gesù diede inizio ai suoi miracoli in Cana di Galilea, manifestò la sua gloria e i suoi discepoli credettero in lui.

Un mio amico, polemico come una zitella che si nutre di yogurt, dice che la storia è semplicemente mediocre: il primo miracolo di Gesù sarebbe la trasformazione dell’acqua in vino! E non poteva salvare una vita umana? Allora l’età media era di vent’anni, la gente crepava di stenti, i parti mettevano in pericolo le femmine di ogni specie vivente e quello trasforma l’acqua in vino! Io invece trovo la storia sublime: immaginate quel povero Cristo che accompagna la sua vecchia madre al matrimonio di amici di amici, tra gente la cui distanza sociale doveva metterlo in imbarazzo. A chi non è mai capitato un rompismembramento di maroni simile? Manca il vino, la festa sta per andare in malora. Ma la Madonna sa che suo figlio con uno schiocco di dita può mettere la Terra a ruotare attorno al Sole, figuriamoci se non può fare qualcosa per questi amici di famiglia. E Gesù naturalmente non ne vuole sapere, come ogni figlio che si rispetti che sente addosso onta e umiliazione quando un genitore in pubblico ne mette in risalto meriti e capacità in modo grossolano. E buono che Gesù le dice di starsi zitta: quella va dai servi a preparare l’ammuino! E che deve fare Gesù? E fàmo sto vino! Insomma, è un piacere che fa alla mamma, il suo primo miracolo. E chissà che la Madonna non l’abbia fatto meno per salvare la festa e più per spingere suo figlio a diventare il successone che prometteva di essere sin da picciriddo. Insomma, a che serve che un ragazzo sia Dio se poi non si fa conoscere in giro?

Lascia un commento

Inserisci i tuoi dati qui sotto o clicca su un'icona per effettuare l'accesso:

Logo WordPress.com

Stai commentando usando il tuo account WordPress.com. Chiudi sessione / Modifica )

Foto Twitter

Stai commentando usando il tuo account Twitter. Chiudi sessione / Modifica )

Foto di Facebook

Stai commentando usando il tuo account Facebook. Chiudi sessione / Modifica )

Google+ photo

Stai commentando usando il tuo account Google+. Chiudi sessione / Modifica )

Connessione a %s...