Home

Ci sono particolari momenti nella vita di uno scrittore in cui la scrittura deve farsi spazio oltre ogni razionale logica di congruità e sensatezza. Non è semplicemente lo scrivere per lo scrivere, è lo scrivere con la S maiuscola. Un’entità mostruosa, autonoma, una divinità che deve occupare ogni interstizio mentale e tutti gli spazi liberi che si trovano su un foglio di carta. Lo scrittore si tramuta in pura macchina che telegrafa dall’aldilà messaggi composti per nessuno, per la pura esibizione dell’Essere.

Mai nella storia della letteratura questa pratica è emersa in modo tanto eclatante e al tempo stesso fraintesa come in quella che nei manuali viene chiamata scrittura automatica. Un gruppo di stra-poeti, artisti e pensatori, francesi e non, si riunivano intorno alle tavole rotonde surrealiste, si sballavano o fingevano di sballarsi con sostanze stupefacenti e iniziavano: senza riflettere, come le associazioni mentali dettavano (Freud aveva appena rivelato al mondo il ruolo dell’inconscio nella vita dell’uomo), il primo scriveva qualcosa sul foglio, il secondo vomitava la sua e passava la penna al terzo, che proseguiva e così via finché non crollavano tutti svenuti per terra. Fu spacciata per una sorta di sperimentazione psicoanalitica, e alcune frasi emerse da queste sedute spiritiche divennero celebri, come “Le cadavre exquis boira le vin nouveau” (Il cadavere eccellente berrà il vino novello).

Senza essere sotto l’effetto di alcunché, soltanto rapito dall’estro espressivo, ho fatto spesso qualcosa di simile. Questa che segue è la mia ultima scrittura automatica: a studiarla ci sarebbe da andare in manicomio. A vederla, sembra tanto un mucchio di improbabili tag; eppure emergono l’odio per la formalizzazione grafematica e linguistica; l’intertestualità e il rimando come mezzo privilegiato; le tradizioni dell’habitat in cui sono stato allevato, nonché la letteratura che mi ha nutrito. Ma autorizzo me stesso e chi leggerà a ritenere che non sia altro che la sequela delle farneticazioni di un demente.

 

hajskdkoe. lalla la k. gerkaewl. ; Dq auemfhcgwikskldtrelò. se fossgiammo. foraggio paglicciate piagliacciate, pagliacciate. premio bbobel,. topolino e orazio nel castello incantato, roblès, apollinaire, suicidi, coltelli, sedute spiritiche, anatole france, aragon le pape, schwob, bau bau, marguerite moreno. la bella egiziana,elena in egitto,euripide, le troiane, giulia the dreamersa, simonuccia, robertina, roberta. lia, sampolo, anello luca piazza, roberto piazza, cani, martino, cane spelacchiato, peli di cane, pantaloni neri da lavare, cannino provvidenza, delitto di paese, balconi casa nonna giusy, via vincenzo di pavia,pennino, audry hebpurn, mostro di donna che lascia il marito sterile, laura martinez, la prof martinez, francia, bateau mouche, rosso, senna, claude lantier, zola, la saga dei lantier, claude, jacques, nana, conte muffat, francesca dellera, cagna maledetta, boris.

One thought on “Scrittura automatica

Lascia un commento

Inserisci i tuoi dati qui sotto o clicca su un'icona per effettuare l'accesso:

Logo WordPress.com

Stai commentando usando il tuo account WordPress.com. Chiudi sessione / Modifica )

Foto Twitter

Stai commentando usando il tuo account Twitter. Chiudi sessione / Modifica )

Foto di Facebook

Stai commentando usando il tuo account Facebook. Chiudi sessione / Modifica )

Google+ photo

Stai commentando usando il tuo account Google+. Chiudi sessione / Modifica )

Connessione a %s...