Home

– … Quello che voglio dire, insomma, è che la situazione, per com’è..
– Oh basta! Hai rotto!
– Senti mio caro, non voglio rompere il cazzo a nessuno! Se non ti sta bene, passa e chiudi!
– Alè!
– Alè un corno!
– Te la prendi con me, ma la verità è che io riproduco ciò che si materializza dall’altra parte dello schermo, cioè te.
– Devo rispondere?
– Puro tomismo! La chat come il Dio di Dante, di San Tommaso.
– Passo e chiudo, por** dio!

– Donne?
– Due. Una sposata, l’altra fidanzata.
– Apperò, te batto un cinque. Sei un grande.
– Sì, ma sti cazzi, voglio solo divertirmi. E spezzarje le ossa.
– Ma pensa al bene tuo, che al male loro ce pensa la Provvidenza!
– Penso a me! E al bene ce pensa Dio.

– Amore.
– Eh.
– Che mi hai fatto fare?
– Io? Tutto te fai.
– Mi hai fatto fare una pazzia!
– Ahahah! Sei te pazza!
– Ho dimenticato il Padre Nostro.
– “Che sei nei cieli”, sù, ripeti.
– “Che sei nei cieli…”
– “… Restaci.”
– Tu sei il diavolo! Ave Maria, ave Maria…! L’ho dimenticata.
– Basta con le cazzate.
– Sono perduta.
– Ti aspetto fra un’oretta.
– Va bene.

Masaccio, Cacciata di Adamo ed Eva dal Paradiso Terrestre, Cappella Brancacci – Firenze

2 thoughts on “chat religiose (pescate tra le fogne) – per i teologi del futuro

Lascia un commento

Inserisci i tuoi dati qui sotto o clicca su un'icona per effettuare l'accesso:

Logo WordPress.com

Stai commentando usando il tuo account WordPress.com. Chiudi sessione / Modifica )

Foto Twitter

Stai commentando usando il tuo account Twitter. Chiudi sessione / Modifica )

Foto di Facebook

Stai commentando usando il tuo account Facebook. Chiudi sessione / Modifica )

Google+ photo

Stai commentando usando il tuo account Google+. Chiudi sessione / Modifica )

Connessione a %s...