Home

Qualche anno fa, durante l’interregno del professore Romano Prodi – mai un uomo è stato tanto ingiustamente vituperato in questo Paese, e che amare contumelie ha dovuto subire, ancora vivo! – circolò per un paio di giorni una storiella agghiacciante. Inverosimile non poco, e proprio per questo plausibilmente vera. Una donna anziana si era risvegliata dopo un lungo coma. Non ricordava più nulla: chi fosse, donde venisse. La mente ripulita dalle amnesie. Solo un nome affiorava sulle ebeti labbra: Berlusconi.

Il professore Prodi, interpellato sulla vicenda, provò a scherzare, pallido, con il labbro tremante, dicendo che non era specificato come la signora ricordasse Berlusconi, se positivamente o meno. Il lungo impero berlusconiano sembra avviato malinconicamente alla fine, e guardandomi intorno, basito, mi sembra che i rimanenti cinquantanovemilioninovecentonovantanovemilanovecentonovantanove italiani, come me, siano rimasti come quella signora, attoniti, senza saper boccheggiare altro che la parola «Berlusconi».

One thought on “Solo una parola

  1. Ma per colmo della sorte, un film del genere l’hanno fatto su una donna che dopo il coma ricordava ancora di vivere in pieno regime comunista. Gli scherzi della storia: Mister B va oltre ogni umana fantasia.

Lascia un commento

Inserisci i tuoi dati qui sotto o clicca su un'icona per effettuare l'accesso:

Logo WordPress.com

Stai commentando usando il tuo account WordPress.com. Chiudi sessione / Modifica )

Foto Twitter

Stai commentando usando il tuo account Twitter. Chiudi sessione / Modifica )

Foto di Facebook

Stai commentando usando il tuo account Facebook. Chiudi sessione / Modifica )

Google+ photo

Stai commentando usando il tuo account Google+. Chiudi sessione / Modifica )

Connessione a %s...