Home

Quando tutto si sfracella, bisogna recuperare la scrittura.

Ken ha una relazione con Big-Jim. Barbie scopre la tresca e fa un casino. Ken decide che è ora di stare con la persona che ama. Barbie allora vuole uccidere Big-Jim. Quando questi sta tornando a casa (dentro la quale c’è Ken che lo aspetta) Barbie gli punta una pistola e gli scarica addosso tutto il caricatore. Arriva ActionMan, il poliziotto supereroe. Interroga tutti, da buon detective. Poi trova la pistola. E’ di Barbie. Barbie confessa tutto. Ma ormai ActionMan si è innamorato di lei. E vanno a vivere insieme. Felici e contenti. Tranne quel frocio di Ken.

Due ragazzi vanno alla loro laurea come a un plotone d’esecuzione.

Una villa in campagna, di notte. Rumori da un piano a un altro. Gli inquilini pensano che si tratti di ladri. A bassa voce, da una stanza all’altra, si telefonano col telefonino, si raccomandano il silenzio, si radunano in una camera, poi in un’altra. La polizia non può salvarli. Mandano degli agenti privati. Questi mandano avanti un familiare delle vittime. Intanto nella camera da letto si sente un rumore. Illuminano: è un ratto che cammina sopra una specchiera e salta giù sul pavimento. Urla. Il familiare teme il peggio. Sale le scale in fretta, seguito dagli agenti. Un topo spicca un salto da un armadio a una ringhiera, sopra la sua testa. Quelli aprono la porta per scappare, a costo di farsi massacrare dai ladri. Sorpresa, pianti. Sono solo topi. Sono solo in balia dei topi.

Isotta si innamora di Tristano e tradisce il marito. Tristano viene allontanato. Morirà d’amore. E lei anche. Sulla loro tomba cresce un gigantesco rovo di rose.

Un pittore non vuole più fare pittura. Ha paura che l’arte lo uccida. Vorrebbe essere un’altra persona: una donna, un imbianchino, un soldato. Dopo un mucchio di vagabondaggi si ritrova malato, povero e deluso. Torna ai quadri. Forse l’arte può salvarlo, di nuovo.

One thought on “storie da raccontare

  1. Ma action man soffre di alcolismo e una sera tornando a casa (dove c’è Barbie che l’aspetta) in preda ai fumi dell’alcol la fotte a legnate e la lascia morta a terra, poi resosi conto del gesto insulso prende la pistola se la punta in bocca e fine dei giochi.

    Il plotone d’esecuzione guarda in faccia quei ragazzi, sorride e dichiara: grazia concessa, andate e seminate cultura.

    Una sera, una festa, tanti amici e la storia dei topi diventa un momento di risate e aggregazione

    Tristano e Isotta se fossero stati felici e contenti il mondo non li avrebbe mai conosciuti, Paolo e Francesca stavano in paradiso e le rose crescevano uguale.

    il pittore dovrebbe usare di più il pennello senza fare troppe storie.

Lascia un commento

Inserisci i tuoi dati qui sotto o clicca su un'icona per effettuare l'accesso:

Logo WordPress.com

Stai commentando usando il tuo account WordPress.com. Chiudi sessione / Modifica )

Foto Twitter

Stai commentando usando il tuo account Twitter. Chiudi sessione / Modifica )

Foto di Facebook

Stai commentando usando il tuo account Facebook. Chiudi sessione / Modifica )

Google+ photo

Stai commentando usando il tuo account Google+. Chiudi sessione / Modifica )

Connessione a %s...