Home
Ve l’avevo promessa, eccola qua la traduzione della poesia di nonno-Buttitta:
 
Un popolo
diventa povero e servo
quando gli rubano la lingua
avuta in dote dai padri:
è perso per sempre.
Diventa povero e servo,
quando le parole non partoriscono parole
e si mangiano tra di loro.
Me ne accorgo ora,  
mentre accordo la chitarra del dialetto
che perde una corda al giorno.
 
E ora occupiamoci d’altro: tanto per cominciare, chapeau a chi si mette in discussione, a chi si inerpica per altre strade, a chi compie 40 anni e ne dimostra sempre 32, a chi ha le idee chiare e a chi manda ad putanas una vita contrassegnata da falsità e incongruenze. Sono corrobboranti questi.
 
Vorrei adesso parlarvi un po’, se avrete la compiacenza di ascoltarmi gentili viandanti, di un evento strano e misterioso.. Lo so signori, sarete liberi di non capirmi, manterrete ben saldo il vostro scetticismo, eppure provate a considerare quanto dirò con mente sgombra e aliena da pregiudizi.
Mi trovavo un giorno insieme ad amici all’uscita del teatro dove mi portavo da un anno in veste di amante sospirante. La mia donna riceveva gli omaggi di noi poeti e scrittori, ma era me ch’essa amava e che io adoravo – invano, sempre circondata com’era da altri giovani pallidi e nervosi.
Ubriaco d’alcool e di gelosia, quella sera fui preso da un desiderio cattivo ed eccitante. Uno dei miei amici, chiamato Paolo ***, volle riaccompagnarmi a casa,
ma gli dissi che non rientravo. "Dove vai? mi disse. – Verso l’Oriente!" E mentre mi accompagnava, mi misi a cercare nel cielo una stella, che credevo di conoscere, come se avesse una qualche influenza sul mio destino. Avendola trovata, continuai il mio cammino seguendo le vie nella direzione delle quali essa era visibile, camminadno per così dire davanti al mio destino, e volendo percepire la stella fino al momento in cui la morte doveva colpirmi…
 
(Credo sia superfluo rassicurare sul fatto che ho semplicemente rielaborato dei passi di un autore a me caro).

Lascia un commento

Inserisci i tuoi dati qui sotto o clicca su un'icona per effettuare l'accesso:

Logo WordPress.com

Stai commentando usando il tuo account WordPress.com. Chiudi sessione / Modifica )

Foto Twitter

Stai commentando usando il tuo account Twitter. Chiudi sessione / Modifica )

Foto di Facebook

Stai commentando usando il tuo account Facebook. Chiudi sessione / Modifica )

Google+ photo

Stai commentando usando il tuo account Google+. Chiudi sessione / Modifica )

Connessione a %s...